Home > Offerta formativa > Regolamenti - Scambi

Regolamento viaggi

PREMESSA

La visita guidata, il viaggio di istruzione e lo scambio sono un momento importante di crescita dell'individuo e del gruppo. I docenti e gli studenti, previa l'approvazione del Consiglio di Classe nella completezza delle sue componenti, e con il coinvolgimento e il consenso di tutti i genitori, organizzano le attività per soddisfare esigenze formative coerenti con il Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto. Poiché si tratta a tutti gli effetti di attività educative e didattiche, valgono gli stessi principi di rispetto delle cose e delle persone, di autodisciplina individuale e collettiva, di osservanza delle regole che sono alla base anche degli altri momenti del processo formativo. In tale ottica il presente regolamento, a integrazione delle vigenti disposizioni ministeriali, stabilisce una serie di norme che l’istituzione scolastica considera necessarie a garantire la buona riuscita delle iniziative e a cui i partecipanti dovranno attenersi.

1.OBIETTIVI

Visite guidate, viaggi di istruzione e scambi connotano l’offerta formativa dell’Istituto, orientata a promuovere la socializzazione, la conoscenza del territorio e delle istituzioni, il rafforzamento dell’identità attraverso il dialogo con l'alterità, l’arricchimento delle conoscenze e delle competenze dei singoli.

2.REQUISITI

Le attività promosse dovranno necessariamente integrarsi con il POF ed essere supportate da un’idea progettuale in sintonia con il corso di studi degli allievi coinvolti. Le proposte dovranno altresì garantire affidabilità organizzativa e il rispetto dei tempi previsti, la sostenibilità economica per le famiglie e per lo stesso Istituto e la partecipazione degli allievi in misura non inferiore a quanto previsto dal presente regolamento. La specifica documentazione in esito sarà di spunto per l’approfondimento e l’ampliamento dell’Offerta Formativa stessa, oltre che per il miglioramento del servizio.

3.TIPOLOGIA DEI VIAGGI

Inteso che la durata massima delle attività promosse non può superare i 6 giorni continuativi di scuola, le tipologie sono così articolate:

Tipologia a.

Uscite e visite guidate a mostre, monumenti, musei, parchi naturali, complessi aziendali, ecc., comprese nell'arco di una sola giornata.

Rivolte a tutte le classi del biennio e del triennio.

Tipologia b.

Viaggi brevi, finalizzati ad approfondimenti artistici, storici, paesaggistici, ecc., per un massimo di due pernottamenti.

Rivolti alle seconde del biennio, alle terze, quarte, quinte classi del triennio.

Le seconde classi trovano nella tipologia b. l’unica consentita.

In base al progetto di immersione linguistica, alle sole seconde classi del Liceo Internazionale sono consentiti tre pernottamenti.

Tipologia c.

Viaggi di istruzione e scambi, finalizzati ad approfondimenti artistici, storici, paesaggistici, ecc., con un massimo di sei pernottamenti.

 

Rivolti alle terze, quarte, quinte classi del triennio.

Le terze classi del triennio hanno il vincolo delle destinazione in Italia.

Le quarte e quinte classi del triennio potranno effettuare le attività anche all’estero.

Il limite dei sei giorni è flessibile per gli scambi, qualora lo richiedano specifici accordi internazionali. Analogamente, potranno recarsi all’estero le terze classi del triennio del Liceo Internazionale che effettuano scambi.

Tipologia d.

Settimana bianca, finalizzata all’avviamento all’attività motoria.

Rivolta a tutte le classi del biennio e del triennio.

 

4.ORGANIZZAZIONE

L’organizzazione e la realizzazione delle attività di cui alla tipologia a, sono affidate interamente ai docenti proponenti, previa approvazione del Consiglio di Classe.

L’organizzazione dei viaggi di cui alle tipologie b-c-d, è affidata alla Commissione Viaggi, in collaborazione con la Segreteria amministrativa.

In nessun caso potranno essere delegati agli allievi e/o alle famiglie compiti organizzativi che competono esclusivamente all’istituzione scolastica.

Il Dirigente Scolastico designa i componenti della Commissione Viaggi e Scambi e nomina i referenti dei singoli viaggi e/o scambi.

La Commissione Viaggi è composta da docenti rappresentativi di tutti gli indirizzi:

  • un responsabile di area;
  • tre docenti esperti nell’organizzazione e realizzazione di viaggi di istruzione;
  • due docenti esperti nell’organizzazione e realizzazione di scambi con l’estero;
  • due docenti esperti nell’organizzazione e realizzazione di settimane bianche.

Il Responsabile di area coordina i lavori della Commissione. In particolare:

  • predispone il prospetto complessivo dei Referenti dei Viaggi-Scambi affinché il Dirigente Scolastico proceda alle nomine;
  • predispone il cronogramma delle attività, definendo l’orario di ricevimento dei membri della commissione e assicurando il rispetto dei tempi previsti;
  • verifica la conformità delle proposte progettuali al Regolamento vigente;
  • verifica la fattibilità del viaggio/scambio;
  • cura il rapporto con la segreteria amministrativa;
  • effettua il monitoraggio in itinere ed ex post delle attività;
  • provvede alla comunicazione e diffusione delle attività realizzate;
  • archivia la documentazione, ad eccezione degli atti di natura amministrativa.

SCAMBI / SOGGIORNI LINGUISTICI

I Docenti esperti nell’organizzazione e realizzazione di scambi con l’estero:

  • individuano i partner e/o i progetti europei;
  • definiscono il quadro delle classi coinvolte nelle attività;
  • ricevono dai Referenti per gli Scambi le singole proposte progettuali e presentano al Responsabile di area il quadro complessivo delle attività;
  • supportano i CdC negli abbinamenti tra allievi e nella definizione di dettaglio delle attività da realizzare.

I Consigli di classe:

  • condividono al proprio interno ed elaborano la proposta progettuale, indicando finalità, obiettivi, contenuti, risorse interne/esterne, aspetti logistico-organizzativi, previsione orientativa dei costi;
  • designano i docenti accompagnatori e i docenti supplenti.

Il Referente per lo Scambio:

  • partecipa alla riunione per gli abbinamenti classi/partners;
  • partecipa alle riunioni del Consiglio di Classe per l’elaborazione della proposta progettuale;
  • comunica con la famiglie, con il Responsabile di Area, con i docenti esperti membri della Commissione Viaggi;
  • comunica con le scuole partner, anche supportati dai docenti esperti membri della Commissione Viaggi;
  • raccoglie il materiale prodotto dagli alunni e documenta l’esperienza realizzata.

I Docenti accompagnatori:

  • si rivolgeranno al referente per lo Scambio e ai docenti esperti membri della Commissione Viaggi nei tempi e nei modi che saranno comunicati dalla stessa

VIAGGI

I Docenti esperti nell’organizzazione e realizzazione di viaggi di istruzione:

  • presentano ai Consigli di classe le tipologie di viaggio previste dal Regolamento;
  • comunicano con i Consigli di classe, cui compete l’elaborazione delle singole proposte progettuali (finalità, obiettivi, contenuti, risorse interne/esterne, aspetti logistico-organizzativi, previsione orientativa dei costi);
  • ricevono dai Consigli di classe le singole proposte progettuali e presentano al Responsabile di area il quadro complessivo delle attività;
  • predispongono in formato standard la modulistica necessaria alla comunicazione con le famiglie, alla cui distribuzione e raccolta delegheranno i Consigli di classe;

I Consigli di Classe:

elaborano la proposta progettuale, indicando finalità, obiettivi, contenuti, risorse interne/esterne, aspetti logistico-organizzativi, previsione orientativa dei costi;

  • designano i docenti accompagnatori, incaricati di comunicare con gli allievi, con le famiglie e con i docenti esperti membri della Commissione Viaggi.

I Docenti accompagnatori:

  • comunicano con gli allievi, con le famiglie, con i docenti esperti membri della Commissione Viaggi;
  • si rivolgeranno al referente per il Viaggio e ai docenti esperti membri della Commissione Viaggi nei tempi e nei modi che saranno comunicati dalla stessa.

SETTIMANA BIANCA

Il Docente esperto nell’organizzazione e realizzazione di settimane bianche:

  • comunica ai Consigli di classe, che la discute ed eventualmente la adotta, la proposta progettuale (finalità, obiettivi, contenuti, risorse interne/esterne, aspetti logistico-organizzativi, previsione orientativa dei costi);
  • riceve l’adesione dei Consigli di classe e presenta al Responsabile di area il quadro complessivo delle attività;
  • predispone in formato standard la modulistica necessaria alla comunicazione con le famiglie, alla cui distribuzione e raccolta delegherà i Consigli di classe.

I Consigli di Classe:

  • discutono ed eventualmente adottano la proposta progettuale del Docente esperto;
  • designano i docenti accompagnatori, incaricati di comunicare con gli allievi, con le famiglie e con il docente esperto membro della Commissione Viaggi.

I Docenti accompagnatori:

  • comunicano con gli allievi, con le famiglie, con il docente esperto membro della Commissione Viaggi;
  • si rivolgeranno al referente per il Viaggio e ai docenti esperti membri della Commissione Viaggi nei tempi e nei modi che saranno comunicati dalla stessa.

5.PERIODO DI EFFETTUAZIONE E DURATA

Nessun tipo di viaggio o visita guidata è possibile nell'ultimo mese (ultimi trenta giorni) delle lezioni. All’inizio di ciascun anno scolastico gli Organi Collegiali ne deliberano il periodo di effettuazione.

6.COINVOLGIMENTO STUDENTI / ACCOMPAGNATORI

Il limite inderogabile di partecipanti per l'effettuazione di viaggi, visite guidate, ecc., è costituito dal 70% del numero degli allievi frequentanti. Se la consistenza del gruppo è inferiore a tale limite, il viaggio non verrà effettuato. Gli studenti che non partecipano al viaggio dovranno frequentare le lezioni regolarmente.

Il numero di docenti accompagnatori sarà quello indicato dalle norme vigenti, fermo restando che per ciascun viaggio potrà aggregarsi un numero di classi non superiore a quattro, ad eccezione della settimana bianca e del viaggio in Francia delle seconde classi del biennio del Liceo Internazionale. Tra gli accompagnatori delle classi impegnate in scambi o viaggi di istruzione all’estero dovrà obbligatoriamente esservi un docente di lingua straniera.

 

Torna su